English (UK)Italian (IT)

Condizioni di vendita

Condizioni di vendita, La SGA s.r.l. sarà di seguito denominata "San Giorgio".

  1. Le vendite si effettuano al maggior offerente e si intendono per "contanti".
  2. Precederà l'asta un'esposizione degli oggetti, durante la quale il Direttore della vendita o i suoi incaricati saranno a disposizione per ogni chiarimento;
    l'esposizione ha lo scopo di far esaminare lo stato di conservazione e la qualità degli oggetti e di chiarire eventuali errori o inesattezze in cui si fosse incorsi nella compilazione del catalogo. Dopo l'aggiudicazione non sono ammesse contestazioni.
  3. La San Giorgio, per quanto riguarda l'autenticità e le attribuzioni degli oggetti in asta, non si assume responsabilità alcuna, in quanto agisce in qualità di mandataria senza rappresentanza dei proprietari degli oggetti posti in vendita e non acquista diritti né assume obblighi in proprio.
  4. Ogni contestazione al riguardo, da decidere innanzitutto in sede scientifica fra un consulente della San Giorgio ed un esperto di pari qualifica designato dal cliente, dovrà essere fatta valere entro otto giorni dall'aggiudicazione. Trascorso tale termine cessa ogni possibilità di contestazione o reclamo. Un reclamo riconosciuto valido porta al semplice rimborso della somma effettivamente pagata, esclusa ogni altra pretesa.
  5. Il Direttore della vendita può accettare commissioni di acquisto delle opere a prezzi determinati, su preciso mandato e può formulare offerte per conto terzi.
  6. Durante l'asta è possibile che vengano fatte offerte per telefono che possono o meno essere accettate a insindacabile giudizio della San Giorgio e trasmesse al Direttore della vendita a rischio dell'offerente. Durante l'asta il Direttore della vendita ha la facoltà di abbinare o separare i lotti o eventualmente di variare l'ordine della vendita.
  7. Gli oggetti sono aggiudicati dal Direttore della vendita; in caso di contestazione su un'aggiudicazione, l'oggetto disputato viene rimesso all'incanto nella seduta stessa, sulla base dell'ultima offerta raccolta.
  8. Prima dell'ingresso in sala i clienti che intenderanno concorrere all'aggiudicazione di qualsivoglia lotto, dovranno richiedere l'apposito “numero personale” che verrà consegnato dalla San Giorgio, alla quale dovranno pertanto essere comunicate dai clienti generalità ed indirizzo mediante identificazione e potrà essere loro richiesto di fornire referenze bancarie od equivalenti garanzie per il pagamento del prezzo di aggiudicazione e diritti. I clienti interessati all'acquisto di armi o parti di esse dovranno in aggiunta fornire gli estremi di un documento che li abilita a tanto (porto d'armi, licenza di collezione di armi antiche o nulla-osta di polizia). La San Giorgio si riserva la facoltà di escludere dalla partecipazione all'asta senza alcuna spiegazione soggetti che disturbino o che facciano commercio in sala, o che siano in ritardo nei pagamenti dovuti a qualsiasi titolo alla stessa o che abbiano con essa un contenzioso aperto sia in via giudiziale che stragiudiziale. Al momento dell'aggiudicazione, chi non avesse già provveduto, dovrà comunicare alla San Giorgio le proprie generalità ed indirizzo.
  9. Alla cifra di aggiudicazione sono da aggiungere i diritti d’asta pari al 25% del prezzo raggiunto in asta omnicomprensivo di oneri e imposte, escluso addebito spese di trasporto e imballaggio, ove richiesto, che resta a totale carico dell’aggiudicatario.
  10. L'acquirente deve versare un acconto all'atto dell'aggiudicazione e completare il pagamento prima di ritirare la merce, a sua cura,rischio e spesa, non oltre otto giorni dopo la fine della vendita. Decorso tale termine la San Giorgio sarà esonerata da ogni responsabilità nei confronti dell'aggiudicatario in relazione all'eventuale deterioramento o deperimento degli oggetti e avrà diritto a farsi pagare, per ogni singolo lotto, i diritti di custodia oltre a eventuali rimborsi di spese per trasporto al magazzino. Qualunque rischio, per perdita o danni al bene aggiudicato si trasferirà all'acquirente dal momento dell'aggiudicazione. L'acquirente potrà ottenere la consegna dei beni acquistati solamente previo versamento alla San Giorgio del prezzo e di ogni altra commissione, costo o rimborso inerente.
  11. Per gli oggetti sottoposti alla notifica ai sensi degli artt. 2, 3 e 5 della Legge 1-6-1939 n. 1089, gli acquirenti sono tenuti all'osservanza di tutte le disposizioni legislative vigenti in materia. L'aggiudicatario in caso di esercizio del diritto di prelazione da parte dello Stato non potrà pretendere dalla San Giorgio o dal venditore alcun rimborso di eventuali interessi sul prezzo e sulle commissioni d'asta già corrisposte. L'esportazione di oggetti, da parte di acquirenti residenti o non residenti in Italia, è regolata dall'art. 36 della suddetta legge, nonché dalle normative doganali e valutarie in vigore. Pertanto, l'esportazione di oggetti la cui datazione risale a oltre 50 anni è sempre subordinata alla licenza rilasciata dalla Sovrintendenza competente.
  12. Il presente regolamento viene accettato automaticamente da quanti concorrono alla presente vendita all'asta, ivi compresi coloro che effettuano offerte scritte o telefoniche o partecipano all'asta live.
  13. I valori di stima indicati nel catalogo sono espressi in euro.
  14. Per qualsivoglia controversia relativa ad operazioni commerciali fra la San Giorgio e la clientela sarà esclusivamente competente il Foro di Genova.
  15. Qualsiasi comunicazione inerente alla vendita dovrà essere effettuata mediante lettera raccomandata A.R. indirizzata alla:
    SGA s.r.l. - Viale Brigate Partigiane 136R - 16129 Genova, Italia

N.B.
Nel caso l’acquirente fosse impedito al ritiro dei lotti acquistati, può richiederne la spedizione tramite corriere previa compilazione e sottoscrizione del nostro modulo che gli verrà inviato su richiesta e che dovrà pervenirci in tempo utile ai fini della spedizione stessa.